Tumblelog by Soup.io
Newer posts are loading.
You are at the newest post.
Click here to check if anything new just came in.

June 27 2017

20:32
5758 abf5

scarligamerluss:

EVERGREEN

09:54
0483 21f2 500

masoassai:

Una col cactus?

June 26 2017

12:51

uds:

tra le varie cose fatte mettendo su casa, una è stata andare a comprare il lavandino per il bagno.

un bel lavandino. nero. col suo bel miscelatore e tutto. un figurone.
tutti ci hanno fatto i complimenti per la scelta.

due mesi netti dopo, il lavandino era completamente rovinato da una serie di macchie biancastre dovute all'acqua.

abbiamo sentito i venditori, che hanno sentito i produttori.

i produttori hanno risposto sostanzialmente che bon, si vede che dalle nostre parti l'acqua è calcarea, per evitare di rovinare il lavandino bisognava asciugarlo dopo ogni utilizzo.

i venditori sono stati delle persone decenti e ce l'hanno sostituito senza questioni con un altro lavandino, ma non è questo il punto.

il punto è che nei libri di storia, tra trecento anni, ci sarà scritto che uno dei segnali che la nostra civiltà aveva il destino segnato è stato il fatto che a qualcuno sia venuto in mente che fosse una idea accettabile fabbricare un lavandino che non potesse stare a contatto con l'acqua.

Pure tu però che non ti lavi con l'acqua demineralizzata cosa pretendi?

04:25

uds:

una cosa che non capisco della deriva antiscientifica attuale:

io, come immagino molti di voi, conosco dei laureati che sono delle teste di cazzo epocali.

questo, in campi in cui la competenza è tutto, mi fa pensare che se perfino chi ha dedicato anni della propria vita a studiare qualcosa può non essere affidabile, figuriamoci qualcuno che non l'ha fatto.

mi sembra una posizione razionale.

perché allora la vulgata va nella direzione esattamente opposta?

Perché tutti pensano: “guarda quel laureato che testa di cazzo che è, tanto vale non studiare e restare minchioni™”. Te lo dice uno che ormai è accerchiato da minchioni e che, si spera, non è un testa di cazzo…

June 23 2017

19:46
7890 6444

sappydreampie:

softaaron:

Mock The Week, S15 E08

@thestonedsoldier

Solo per intenditori

06:40
7893 2bb4 500

nipresa:

Quando il domani verrà, il tuo domani sarà
#Genova #sopraelevata #jeeg #streetart (presso Genova, Italy)

June 21 2017

16:25

periferiagalattica:

Escalation:
- sudare facendo attività fisica
- sudare facendo attività intellettuale
- sudare facendo niente
- sudare sudando.

10:07

Ius Sola

heresiae:

theuserformerlyknownasscas:

3nding:

rodjo:

lantigiornalista:

A parte il bellissimo concetto di dare un riconoscimento tramite la cittadinanza italiana a un bambino figlio di immigrati ben integrati che va a scuola, ma a che dovrebbe servire IN PRATICA dare la cittadinanza a un minore se comunque la otterrebbe a 18 anni?
Cioè che ci deve fare un minore con la cittadinanza?
Un minore non può votare, non può iscriversi alla motorizzazione e guidare una macchina, non può comprare una macchina, non può comprare una casa, non può firmare un contratto, non può sposarsi, ne adottare figli.
Gli diamo la cittadinanza prima dei 18 anni, anche se di fatto fino a 18 anni non serve a nulla.

Il provvedimento sullo ius soli presentato come rivoluzionario puzza di demagogia. Inutile demagogia. Persino Saviano l'ha detto.
Non a caso è stato calendarizzato in fretta e furia (la lettura precedente alla camera era di 18 mesi fa) dopo il risultato delle amministrative che ha visto fuori il M5S da quasi tutti i ballottaggi. Come a dire: facciamo qualcosa di sinistra per riprendere quella parte di voti dall'elettorato grillino.
Qualora il 5S fosse entrato nei ballottaggi al posto dello ius soli adesso ci sarebbe in discussione la proposta Richetti sull'abolizione dei vitalizi.
Abbiamo il partito PD che usa il Parlamento come strumento di propaganda.
Fanno benissimo i 5S a tenersi al riparo da questi giochini fatti per prendere in giro le persone.

Ero in quarta superiore, ai tempi. Risiedevo in Sardegna da anni (più di dieci, se non ricordo male). La mia educazione, sviluppo e crescita si erano svolte per una parte importante della mia vita in un Paese che oramai riconoscevo mio. L'italiano (e il sardo) erano diventate mie lingue, quanto lo era la mia lingua madre. L'italiano, anzi, era diventata la mia prima lingua: in italiano erano scritti i libri che leggevo; in italiano erano le poesie che scrivevo; in italiano iniziavano a svilupparsi i miei sogni (letteralmente iniziavo a sognare anche in italiano, cosa che ha implicazioni profondissime dal punto di vista psicologico)…
La maggior parte delle mie relazioni sociali si sviluppavano in italiano (e sardo). Le prime risse, gli amori, le amicizie. Ero stato già rappresentante di classe, poi d'istituto e in consulta provinciale. Io RAPPRESENTAVO i miei coetanei, eletto da loro a tale scopo.
Però.
Però:
Non potei partire per la gita di classe. Né per le vacanze. Né al campo di volontariato.
Non potei vivere a pieno quel periodo. Non mi fu permesso.
Non ero cittadino italiano.
Non avevo gli stessi diritti dei miei coetanei, amici, amori, avversari politici e sportivi.
Non mi era permessa la libertà di viaggiare, programmare, sognare, organizzare, costruire la mia vita, che invece avrei potuto avere una volta concessa la cittadinanza.
Io capisco che tu possa non ricordare o conoscere i privilegi che l'avere la cittadinanza conceda, ma credimi sono molto importanti. Soprattutto quando hai dodici, due, sedici, otto, quattordici o settordici anni.
L'ottenimento della cittadinanza, anni dopo, fu una Liberazione enorme: fisicamente, finanziariamente, legalmente, ma soprattutto mentalmente.

Comunque, tutto questo è solo una piccola e insignificante testimonianza personale. Non ha valore statistico. Il valore politico e sociologico credo siano insignificanti. Certamente non ha valore economico o psicologico.
Ma sono convinto che il riconoscimento della cittadinanza, in fondo, sia una questione di umanità. Nulla di meno. E se proprio qualcuno possa vedere qualcosa di più alto, nulla di più.

(Scritto di getto sul cellulare mentre intorno a me persone ben più importanti richiedono l'attenzione che immeritatamente non ottengono. Chiedo scusa per eventuali errori/orrori.)

Cioè che ci deve fare un minore con la cittadinanza?

Ah.. non è Salvini?

Story time!
Compagna di scuola rumena, nei giorni assai pre-Ue (ancora un sei/sette anni dall'entrata in Unione).
Gita di classe di quarto, meta: Francia.
I solenni lol nel sentire che la maledetta insegnante di francese ne aveva l'affido temporaneo per portarsela in gita.
E cito: “quindi se per una settimana ti chiamiamo figlia di troia siamo nel giusto, vero?”
(Anni dopo, il liberatorio porcoddddio finalmente quando la Romania entrò in Ue rendendole l'immatricolazione all'università na roba assai più snella avrebbe scosso potente l'aere)

grazie per aver risposto voi che a me stavano già partendo ventordici porchiddii

Non ultimo il fatto che la cittadinanza diventa automatica, facendo risparmiare tempo e denaro ai neo-cittadini e allo stato.

June 20 2017

12:45
7906 025a 500

ikomoki:

.

severo ma giusto

June 18 2017

20:48
7911 60dc 500

kaboozleskaboodle:

toughset:

haha-posts-blog-blog-blog-blog:

HOW DO YOU FUCK UP THIS BAD

THE LID IS IN THE ROOF

I don’t think I’v ever quite witnessed the resulting damage, but this?

This is what happens when you open a pressure cooker before fully depressurizing it.

Cioè questi c'hanno le pentole a pressione che se aprono così? E la sicura quindi non ce l'hanno? Boh. Sono basito…

15:55

Sono autistico.
Convivo con una persona che è nello spettro dell'autismo come me.
Ho un figlio nello spettro, la madre era una antivax, non gli fece fare i vaccini per paura diventasse autistico, e BOOM, era autistico ugualmente. Ebbe quella che gli antivax chiamano erroneamente “regressione”, in realtà è come si manifesta l'autismo in parte dei soggetti. Non lo fece vaccinare, e mi tenne all'oscuro su questa decisione. Morbillo nel 2014, danneggiato (sordo da un orecchio e gli causa scompensi sensoriali).

Faccio ironia sulla mia condizione, e vengo insultato\diffamato\minacciato per questo, principalmente da bigotti antivax (immancabilmente hanno in bacheca cazzate sulla correlazione autismo-vaccini), i quali pretendono che un autistico non parli di come vive la vita da autistico aggiungendo dell'ironia, perché altrimenti “offende noi genitori sofferenti per l'avere un figlio autistico”, augurandomi di diventare autistico (già lo sono), o di ritrovarmi un figlio autistico per capire (grazie, già ne ho uno tale, e con grande probabilità dovessi averne un secondo, sarà comunque autistico).

Vengo costantemente attaccato, offeso, diffamato perchè odio le bufale che girano attorno all'autismo (non solo le bufale sui vaccini), e perchè sono pro-vaccini e pro-obbligo, ed ho delle serie ragioni per esserlo.

Ne elenco 5 delle decine:

-Ho amicizie immunodepresse e so quanto vorrebbero poter uscire di casa senza il rischio di prendere infezioni da gente che non vaccina i figli e si mette persino a tossire senza metter un fazzoletto sulla bocca. A loro non ci pensate, pensando di avere ragione a prescindere.

-Tra le amicizie e parentele c'è gente immunocompromessa. Ho tra i parenti, mio padre cardiopatico e con ASA-triad (asma, poliposi nasale, reazioni avverse ed allergia all'aspirina e ad altri FANS), perciò non può usare la cardiospirina. Un raffreddore gli diventa bronchite. Una bronchite gli diventa polmonite. È può essergli fatale perché, ripeto, è cardiopatico, asmatico, allergico ai FANS (che in un soggetto cardiopatico ed asmatici non allergico, i FANS possono salvargli la vita). Mi vaccino per evitare di trasmettergli virus influenzali.

-Con la mia ex, ho un figlio che è stato danneggiato dal morbillo, dato che l'infezione ha preso zone vicine al cervello, il virus con grandissime probabilità si è insinuato nel tessuto cerebrale. Pertanto entro i prossimi 5 anni potrebbe morire di PESS o subire una cerebrolesione.

-Tra le mie amicizie ho persone di una certa età che hanno perso un parente o è rimasto irrimediabilmente invalido (figli o fratelli\sorelle) a causa delle malattie prevenibili dai vaccini: morbillo, rosolia, varicella, meningite. Quelle malattie che “tutti abbiamo fatto e siamo ancora tutti qua” (tranne i morti). E se sono gli invalidi da endemiche a parlare, vengono attaccati ed insultati dagli antivaccinisti\freevax\controobbligo. Vengono definiti “troll”, “pagati dalla lorenzin”, “profili fake”, “bugiardi” semplicemente perchè voi imbecilli negate la loro esistenza. Vergognatevi pesantemente.

-Non voglio morire per delle stupide malattie prevenibili e debellabili tramite i vaccini. Se sono quel 2% di non responder, ed essendo misofobico compulsivo, non sopporto di essere circondato da persone portatrici di germi e patogeni. Mi ammalo molto facilmente. Come per mio padre, un raffreddore mi diventa bronchite. Sono asmatico ed intollerante a certi FANS. Pertanto una tua mancata vaccinazione antinfluenzale, e l'essere portatore di patogeni, può causare in me problemi piuttosto seri.

Quindi, se siete contro l'obbligo, se siete freevax, antivax salcazzocontrovax, fuori dalle palle e non rompetemi i coglioni. O passo io agli insulti.

Grazie.

Daniele Matteo Cereda

(che finché non si decide a venire su tumblr si vedrà sottrarre i pensieri)

June 17 2017

11:53

Record di maestri con la 104: è così che potranno tornare in Sicilia - Repubblica.it

3nding:

-_-

E ora per colpa di pochi:
- chi ha la 104 legittimamente viene guardato storto
- chi voleva trasferirsi viene superato a destra da tanti furbi

11:49

Viva l'inverno!

58book:

Decenni fa a Roma ci fu un assessore alla cultura, si chiamava Renato Nicolini, era un architetto, ed era comunista. Era l'esatto contrario di quello che è oggi, mediamente, l'uomo politico: era colto, signorile, cordiale, sincero, di aspetto piacevole e profondamente “romano”, cioè affabile e spiritoso. Renato Nicolini inventò l'Estate Romana. Inventò cioè l'idea che si potesse fare cultura e cultura di qualità anche d'estate. Utilizzò anche il concetto di “effimero” nella cultura: sobrietà, leggerezza, “savoir vivre”. L'Estate Romana ebbe un successo clamoroso. Dopo polemiche, critiche, veleni, come spesso accade in Italia, tutti la copiarono. A cominciare da Milano che dopo qualche anno ebbe una stagione teatrale e danza estiva al Castello Sforzesco di altissimo livello. Poi via via, in tutta la penisola, tutti vollero la loro estate: l'etate lodigiana, l'estate viterbese, l'estate foggiana, l'estate cuneese, l'esate piacentina, l'estate sassarese, l'estate novarese… Il rusultato fu che si rimpiangesse l'inverno. Non che nella provincia italiana, parafrasando Eco succedesse gran che “tra il Tanaro e la Bormida”, ma una stagione di dignitoso teatro di provincia si poteva ancora vedere. Invece per colpa di Nicolini, tutti gli assessori credevano di essere lui. Col passare degli anni, di Renato Nicolini si sono dimenticati un po’ tutti, così come del primo sindaco di cui Renato Nicolini fu assessore alla cultura, un certo Giulio Carlo Argan. E così, “alla periferia dell'Impero” per citare ancora Eco, dell'estate romana è rimasto lo scatolone vuoto. Un po’ come i bambini poveri della mia infanzia che giocavano con le scatole dei giocattoli dei bambini ricchi. Chi ha orecchie per intendere, intenda…

June 15 2017

06:59
2825 479f 500

raucci:

Prima…

June 14 2017

05:27
la velocità della luce non si decide per alzata di mano.
— piero angela, monumento nazionale. (via uds)

Quando e se muore io al suo funerale ci vado e piango.
Segnatevelo. (via aliceindustland)
04:56
la velocità della luce non si decide per alzata di mano.
— piero angela, monumento nazionale. (via uds)

Quando e se muore io al suo funerale ci vado e piango.
Segnatevelo. (via aliceindustland)

June 13 2017

06:07
Il sindaco di Albissola, Franco Orsi, ex senatore con il Pdl, guida il fronte dei sindaci arrabbiati. «Noi vogliamo il turismo sano, quello delle famiglie che stanno negli alberghi una settimana. Se alle Cinque Terre parlano di numero chiuso sono fighi, se lo diciamo noi ci prendono per matti». Intanto studia piani anti low cost. Uno l’ha già messo in pratica. Dalle dieci alle undici e trenta fa partire zampilli di acqua per bagnare le aiuole: «Così nessuno si sdraia per dormire». Un altro per ora è solo vagheggiato: «Controlli all’entrata dei caselli dei pullman. Quante persone portano, cinquanta? I vigili salgono e chiedono i documenti a tutti. Così se ne va un’ora e mezza sotto il sole e forse la prossima volta ci pensano a ritornare».

Un giorno al mare low cost: la «lotta di classe» si combatte in pullman - Corriere.it

Sapete quante sono le battute sull’accoglienza ligure?
Due, forse tre.
il resto è cronaca.

(via nipresa)

Un genio del marketing turistico proprio!

June 12 2017

19:52

adoroquellavaccadellamilka:

Quando il mondo non civilizzato si deciderà ad usare il sistema metrico invece che i fottuti pollici sarà sempre troppo tardi.

In culo se li devono infilare quei cazzo di pollici.

June 10 2017

17:54
4813 07a6 500

nonleggerlo:

Slogan accattivanti

‪(i top 7️⃣0️⃣ #candidatichedavvero qui 👉 http://espresso.repubblica.it/foto/2017/06/08/galleria/amministrative-2017-i-peggiori-manifesti-elettorali-1.303610?ref=HEF_RULLO#1)‬

Link in bio

Poteva aggiungere pure “e se non c'hai impegni”

17:52
1295 62fe 500

quartodisecolo:

crosmataditele:

Panino crocchetta

Older posts are this way If this message doesn't go away, click anywhere on the page to continue loading posts.
Could not load more posts
Maybe Soup is currently being updated? I'll try again automatically in a few seconds...
Just a second, loading more posts...
You've reached the end.

Don't be the product, buy the product!

Schweinderl